Ombre da Le Città #invisibili di Italo Calvino /3

#12
Tracciati
D’anima

Respiro
Di luoghi

Sedotti
Dal tempo

Visitati
dal ricordo

#13
Giochiamo
Con Tasselli
Di realtà

Intrecciatori
D’Idee

Beffati
Dal tempo
Reo
Di stranietà

#14
Un fiore
Nato D’inverno
Che Al primo Sole
Muore

E noi bevitori
D’essenza

#15
esula da certezze
il duplice sguardo

svuotato del tempo
definisce l’inganno
del nostro viver

il presente

#16
il limite è l’infinito
essere nel tempo
reciso dalla dualità

del pensare

#17
Ombre Riflesse
Sui veli Del conoscere
Mosse Dal vento Della vita
Si ri-plasmano In Nuove Forme

#18
È un Rinnovarsi Eterno
Per vivere L’istante
Di Bianchi Sfumati

#19
Nell’affiorarsi
Dei ricordi
È viversi
Di tracce
Celate
Dal tempo
Al muto
Cammino

Lycia Mele
© Riproduzione riservata

Paul Chan 2nd 2005
Paul Chan
2nd 2005